1672 aprile 30, Quinzano.

Gabriel qm Gabriel Guadagno vende a Domenico qm Bartolomeo Vertua un cortivo in contrada di San Rocco e Almaria (coerente con la strada a sud e a ovest) per complessivi scudi 670 [è l’area su cui poi sorgerà il palazzo neoclassico].

Bs-ASt: Notarile Brescia, filza 7848, notaio Cipriano Guadagno.

Minuta di mano del notaio.

Ediz.: inedito. Trascr..: tc, 11.2015.


Compra di Don Dumenico Vertua dal Signor[1] Gabriel Guadagno

{adí 23 Aprile 1672}[2]

Nel nome del Signore e della sua nattiuitá Mille sei cento e settanta doi correndo l’Indizione decima li[3] trenta del Mese d’Aprile nella Caminata del molto Reuerendo signor Don Gabriel Guadagno posta nella Terra di Quinzano in contrata di Bordolano, seu del Ponte da Borgo distretto di Brescia presenti Don Gabriel del quondam Don Pietro Zopetto, et messer Francesco, et Pietro fratelli figlioli di Maestro Carlo Valsecchi tutti habitanti nella sudetta Terra di Quinzano Testimonij etc. asserenti etc.

Il Signor Gabriel quondam altro signor Gabriel Guadagno della Terra di Quinzano, et habitante qui presente, et agente peretc. per ogni melior modo etc. hà datto, uenduto, et tradesto, et cosí {dá}i, uende, et trade {per sua raggione propria, et allodiale etc.}[4] à Don Dumenico quondam Don Bartholomeo Vertua parimente della Terra di Quinzano, et habitante qui presente, che compra, et acquista peretc. nominatamente un Cortiuo murato, cupato, et solerato, con hara, et Horto, et altre commodità seco tenenti posto nella sudetta Terra di Quinzano in contrata[5] Santo Rocco, seu dell’Almaria, à cui confina à monte il signor Antonio Sora, à mattina messer Carlo {Capraro}[6], à mezzo giorno, et à sera Strada saluis etc. {et ciò con la clausula, ò clausule ad hauer etc. Dandogli etc. ponendolo etc. constituendolo etc. constituendosi esso Vertua Compratore posessore il giorno d’hoggi}[7]. Per qual Cortiuo, et suoi raggioni ut supra uendute hà esso signor Guadagno {Venditore agente ut supra}i promesso, et promette de Euictione, et legittima deffensione in ampla, ualida, et solemne forma, à senso d’huomo sauio, in ogni lite {caso, causa, et molestia, mà ogni lite etc. ancorché etc. sotto pena etc. anco estraordinarij}[8] <1v> estraordinarij etc. Quali parti hanno fatto, et fanno per il pretio de[9] stabilito[10] mercato de Scudi sei cento, e settanta da Berlingotti sette l’uno, à conto del qual pretio hà esso Compratore datto, et pagato Scudi {settanta da Berlingotti sette l’uno}[11] ad esso signor Guadagno qui presente, et che confessa {Hauerli hauuti per auanti sotto speranza del presente Instrumento hauendo prima all’erettione etc.}[12], et il ressiduo qual è de Scudi sei cento[13] hà esso signor Guadagno {Venditore}i ceduto, et delegato detto Compratore à pagare ut infra Scudi trei cento da Berlingotti sette l’uno alle RReuerende signore Madri Pollicena, et Sorella Pallazze del {molto Illustre}i quondam signor Bernardino {in Brescia}m, et Scudi doi cento à Donna Sussana, et figliole Marine habitanti in Brescia {parimente}i, et Scudi cento à Don Anselmo Desiderati,[14] sopra quali Capitali esso signore Venditore è tenuto uerso li sudetti pagare l’Annuo Censo, et da qui auanti sij, et s’intenda tenuto, et obligato à detti Capitali, et Censi, che decoreranno sopra li medesimi il sudetto[15] Compratore {qual}i qui presente, et agente per sé {per ogni melior modo etc.}[16] promette, et si obliga rileuar, et conseruar indemne, et illeso da detti Capitali, et Censi che da qui auanti decoreranno il sudetto signor Guadagno sutto pena de tutti li danni, spese, et interessi che potesse esso signor Guadagno per occasione sudetta {fare et}i patire d’esser liquidati con il senplice giuramento {del medesimo}[17] et ciò per patto espresso etc. con il quale etc. et senza il quale etc. Con altro patto ancora che se esso Compratore obligato ut supra non potesse affrancarsi da <2r> da detti Capitali per occasione de decorsi sin al giorno d’hoggi à quali deue, et è tenuto esso signor Guadagno all’hora et in quel caso possa, et uaglia esso Compratore far il deposito di detti Capitali, et decorsi che scoreranno da qui auanti in mano di che Persona si sia à beneplacito d’esso Compratore, sij poi, et resti esso signor Venditore tenuto, et obligato fargli Instrumento di Liberatione in ualida, e probante forma come ex nunc {pro ut ex tunc}i esso signor Guadagno adempito che hauerà esso Compratore come sopra[18] lo libera in tutto et per tutto per occasione sudetta. Promettendo etc. Obligando etc. Renuntiando etc.

rogatum per me Ciprianum Guadaneum publicum Quintiani Nottarium ad laudem sapientis. –


[1] Segue depennato: «Guadagno». [2] Nel margine sin.: «Foglio 76». [3] Segue depennato: «ui». [4] Nel margine sin. in sostituzione di: «le raggioni proprie à puro, mondo, franco, libero, et espedito allodio». [5] Segue depennato: «della Piazza di». [6] Nell’interlinea in sostituzione di: «Ferari». [7] Nel margine sin. in sostituzione di: «Ad hauerlo etc. tenerlo etc. goderlo etc. possederlo etc. et usufructuarlo etc. Dandogli il giorno d’hoggi il uacuo, et libero posesso, Ponendolo in proprio luogo etc. Constituendolo suo procuratore irrevocabile». [8] Nel margine sin. in sostituzione di: «etc. mà ogni lite, che quandoqunque fosse mossa, quella pigliar in sé <1v> et far terminare à sue spese, tanto nella prima, 2ª, quanto in tutte l’altre Liti, et tanto se uincesse, quanto se restasse uinto etc.». [9] Corretto da “etc.”. [10] Segue depennato: «et finito». [11] Nel margine sin. in sostituzione di: «otto da Berlingotti sette l’uno». [12] Nel margine sin. in sostituzione di: «già hauerli hauuti in il dí 16 Aprile». [13] Segue depennato: «sessanta doi». [14] Segue depennato: «et Scudi sessanta doi de». [15] Segue depennato: «Venditore come esso». [16] Nel margine sin. in sostituzione di: «qual». [17] Nel margine sin. in sostituzione di: «d’esso signor Guadagno». [18] Segue depennato: «si conuiene fa et».

© 2009 - 2020, GAFO-Quinzano.it