Dietro al lazzaretto, sul lato a mattina, un poco discosta dalle abitazioni, si nota l’inconfondibile sagoma della ghiacciaia. È una singolare costruzione in mattoni a pianta circolare con copertura a cupola e profonda circa quattro metri sotto il livello del suolo.

D’inverno era riempita con neve o ghiaccio, e serviva per conservare le derrate alimentari e fornire il ghiaccio nel periodo estivo.

© 2009 - 2020, GAFO-Quinzano.it