vicaría forànea.

È un distretto territoriale diocesano, costituito di più parrocchie e guidato dal parroco di una di esse, di solito, ma non sempre, la più grande e importante, scelto dal vescovo con funzione di intermediario tra le parrocchie del suo distretto e il vescovado (vedi vicario foraneo).

A Brescia furono istituite ufficialmente dal vescovo Domenico Bollani, e sanzionate nelle costituzioni diocesane del 1564. «L’istituzione delle vicarie foranee, alle quali sono preposti i venti parroci che hanno collaborato alla generale ispezione condotta nella diocesi, risponde alla necessità di ristrutturare gerarchicamente la vastissima chiesa locale ma ha anche, quale suo scopo per nulla secondario, quello di far sì che i sacerdoti più attivi e meglio preparati agiscano da stimolo propulsore per gli ecclesiastici affidati alla loro giurisdizione, in modo che la spiritualità pastorale ne risulti rinvigorita anche negli angoli più remoti della diocesi.» (Fappani-Trovati, 1982, p. 157).

© 2009 - 2019, GAFO-Quinzano.it