tonsúra.

Dal latino tondēre ‘radere’.

Cerimonia del taglio dei capelli, di solito al sommo del capo in forma rotonda, che segna il passaggio dallo stato laicale a quello clericale, come espressione simbolica di rinuncia al mondo.

La consuetudine di rasare il capo fu in uso nell’antichità cristiana dapprima presso i monaci, e passò quindi anche ai chierici secolari.

Per metonimia si diceva tonsura anche la chierica, ossia la zona rotonda rasata sul capo, che contraddistingueva esteriormente gli aggregati al clero.

© 2009 - 2019, GAFO-Quinzano.it