secréte:

Dal latino secreta ‘le cose messe da parte’, le offerte sacre.

Nello specifico, erano così indicate le preghiere recitate dal sacerdote sopra il pane e il vino, durante la messa, appena prima del prefazio.

Nel rito romano antico la preghiera era recitata ad alta voce; più tardi prevalse l’uso di recitarla a voce bassa. Tale orazione era riportata su un cartoncino, spesso riccamente incorniciato, posto sulla mensa dell’altare (vedi cartegloria).

© 2009 - 2019, GAFO-Quinzano.it