repositorio, repositorium.

Dal lat. ‘luogo per riporre’ il vasellame.

In particolare il mobile o il recipiente in cui si custodisce il Santissimo Sacramento, quando non sta nel tabernacolo.

Pare che, nelle visite più antiche, si indicasse con questa parola il luogo o il mobile dove si riponeva l’eucaristia, dovunque si trovasse, al di fuori della celebrazione: in tal caso corrisponderebbe approssimativamente a ciò che noi oggi chiameremmo tabernacolo.

© 2009 - 2019, GAFO-Quinzano.it