ora italica

Fino alla fine del secolo XVIII presso di noi era in uso il computo delle ore del giorno in ordine progressivo da 1 a 24 a partire dal tramonto (o dall’Ave Maria).

Pur essendo questo sistema variabile da un giorno all’altro, colla massima divergenza tra estate e inverno, oggi per comodità si usa considerare le ore 18 come termine generico di partenza; per cui l’una corrisponderebbe più o meno alle nostre 19, le 2 alle 20, e così via fino alle 23, che sarebbero circa le 17.

Dal secolo XIX si impose anche da noi l’ora cosiddetta francese, con ore uguali a partire dalla mezzanotte, che è in vigore oggi in tutto il mondo.

© 2009 - 2019, GAFO-Quinzano.it