documenti delle ordinazioni

I visitatori episcopali richiedono regolarmente da ciascuno dei sacerdoti presenti in parrocchia i documenti che attestano le loro ordinazioni (ordini minori e maggiori). Questa severità era giustificata dal fatto che non era raro all’epoca trovare qualcuno che si spacciasse per prete non essendolo, oppure monaci o frati usciti dal convento senza il permesso dei superiori, che cercavano di mantenersi facendo i cappellani in qualche paese della diocesi.

© 2009 - 2019, GAFO-Quinzano.it