cura d’anime.

È così chiamato l’insieme dei doveri clericali che sono in diretto e immediato riferimento con il bene spirituale delle anime, ossia dei fedeli soggetti al rettore di una chiesa: la predicazione, l’istruzione catechistica, l’amministrazione dei sacramenti e l’assoluzione dei peccati nella confessione. Tale dovere compete al pontefice per tutta la chiesa, al vescovo per la sua diocesi, e al parroco per la sua parrocchia. Nelle visite pastorali, come nell’uso comune, si intende specificamente la cura propria del parroco nei confronti dei suoi parrocchiani. Talora il parroco, che ne è titolare, poteva delegarla a un suo vicario salariato, che prendeva il nome di curato, o coadiutore amovibile.

sito realizzato con Joomla!
© 2009-2017 - GAFO-Quinzano